Diritto dell'Unione europea (2010/2011)

Orario lezioni

1° periodo di lezioni

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

2° periodo di lezioni - aprile/maggio 2011

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

2° periodo di lezioni - febbraio/aprile 2011

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

Obiettivi formativi

Il corso è diretto a fornire un quadro generale del diritto dell’Unione europea tramite l’analisi del sistema giuridico delineatosi a seguito dell’entrata in vigore del trattato di Lisbona avvenuta il 1° dicembre 2009. In particolare, l’obiettivo è quello di offrire gli strumenti necessari per una comprensione delle complesse dinamiche che ne regolano il funzionamento avvalendosi dei metodi di interpretazione elaborati dalla Corte di giustizia. Il metodo di insegnamento affiancherà infatti all’inquadramento teorico lo studio di casi pratici e sentenze per consentire agli studenti di sviluppare una capacità di immediata applicazione del diritto “comunitario” a situazioni concrete e di ottenere le competenze basilari per lo svolgimento di attività sia nell’ambito delle principali professioni forensi che nell’ambito delle organizzazioni internazionali. Il corso, oltre a dare atto dell’evoluzione storica dell’integrazione europea, dei profili istituzionali e del sistema delle fonti e delle competenze, affronterà altresì particolari aspetti delle politiche dell’Unione, quali la concorrenza, la libertà di circolazione delle merci e gli aiuti di Stato.

Programma

Parte generale. L’evoluzione storica della costruzione comunitaria e dell’Unione. La struttura dell’Unione europea: le istituzioni e gli organi e loro funzionamento; il sistema delle competenze e gli ambiti di intervento; il sistema delle fonti e le caratteristiche degli atti dell’Unione; il rapporto tra diritto dell’Unione e il diritto interno, anche in relazione al decentramento regionale; la tutela giurisdizionale; la politica estera e di sicurezza comune; le relazioni esterne della dell'Unione europea; i diritti fondamentali nel sistema dell’Unione.
Parte speciale. La realizzazione del mercato interno sulla base dei più importanti atti normativi e delle sentenze più significative della Corte di giustizia. In particolare la libera circolazione delle merci tra Stati membri con riferimento all’unione doganale, al divieto di restrizioni quantitative e di misure di effetto equivalente. Il diritto della concorrenza applicabile alle imprese e gli aiuti di Stato.

Modalità d'esame

L’esame si svolgerà in forma orale.

Materiale didattico

Documenti

Statistiche per i requisiti di trasparenza (Attuazione Art. 2 del D.M. 31/10/2007, n. 544)

Statistiche esiti
Esiti Esami Esiti Percentuali Media voti Deviazione Standard
Positivi 61.59% 26 3
Respinti 1.81%
Assenti 34.78%
Ritirati 1.44%
Annullati 0.36%
Distribuzione degli esiti positivi
18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 30 e Lode
4.1% 2.3% 5.8% 3.5% 2.3% 5.2% 4.1% 8.2% 10.5% 10.5% 19.4% 4.1% 15.2% 4.1%

Valori relativi all'AA 2010/2011 calcolati su un totale di 276 iscritti. I valori in percentuale sono arrotondati al numero intero più vicino.