Neg2Med - Centro di Negoziazione e Mediazione

negoziazione

Decreto Rettorale di istituzione e regolamento del centro di Negoziazione e Mediazione

Art. 1 – Denominazione e sede

  1. Il Centro Neg2Med “Negoziazione e Mediazione” dell’Università degli studi di Verona (di seguito denominato Centro), è un Centro Interdipartimentale di Ricerca, Didattica e Servizi istituito con decreto del Rettore, nel rispetto degli artt. 30 e 44 dello Statuto, degli art. 17 e 18 del Regolamento Generale di Ateneo, dell’art. 3 del Regolamento di Ateneo per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità, e del D.P.R. 382/1980.
  2. Il Centro ha sede presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche.
 
 

Art. 2 – Finalità e durata

  1. Il Centro ha per scopo la diffusione e lo sviluppo della cultura della negoziazione e della mediazione come strumento di educazione, prevenzione e gestione dei conflitti sociali.
  2. In particolare, la realizzazione di tale scopo transita per le seguenti specifiche finalità:
    1. creazione di un centro di riferimento in ambito nazionale e internazionale – anche attraverso la promozione di accordi/convenzioni con altri atenei, enti, ordini professionali, organismi di mediazione e associazioni di professionisti locali, nazionali e internazionali – finalizzato allo sviluppo della ricerca sui meccanismi di accesso alla giustizia e, in particolare, sui metodi alternativi di risoluzione delle controversie, nonché allo sviluppo dell’alta formazione nel campo della negoziazione e della mediazione;
    2. promozione della pubblicazione dei risultati dell’attività di ricerca;
    3. promozione di convenzioni e protocolli d’intesa con enti locali, nazionali e internazionali, finalizzati alla ricerca degli strumenti conciliativi presenti nella tradizione giuridica italiana;
    4. promozione delle potenzialità di didattica di competenza delle strutture interessate e, più ampiamente, dell’Ateneo attraverso l’elaborazione e lo sviluppo di un’offerta didattica multidisciplinare innovativa e di una specifica identità metodologica del Centro in materia di insegnamento e applicazione delle tecniche di negoziazione e mediazione;
    5. attivazione di laboratori, in presenza e/o virtuali, finalizzati al supporto delle attività di ricerca e di didattica, supervisione ed erogazione di un servizio di mediazione, con la finalità di:
      • incrementare le occasioni per la cittadinanza di sperimentare tale strumento;
      • favorire un accesso più equo alla giustizia;
      • offrire concrete prospettive professionali grazie alla rete di contatti del Centro stesso.
    6. stimolazione e implementazione di processi di law in action mediante la sperimentazione e l’elaborazione di prassi, protocolli di intesa e proposte di interventi normativi in materia di negoziazione e mediazione;
    7. promozione di iniziative in materia di mediazione scolastica, interculturale, comunitaria nonché civile e commerciale, in ambito nazionale e internazionale, attraverso la stipulazione di convenzioni con istituti scolastici, con enti locali, associazioni nazionali e internazionali.

Servizi

Le attività svolte dal Centro strumentali alla realizzazione delle predette finalità sono le seguenti.  

Attività di ricerca:
- Progetti propri del Centro
Il Centro sviluppa progetti di ricerca propri e/o come capofila di reti di gruppi di ricerca locali, nazionali e internazionali su tematiche strategiche in materia di negoziazione e mediazione e, sulla base di specifici accordi e convenzioni, approntando richieste di finanziamento ad enti pubblici o privati e gestendo i finanziamenti ottenuti.
- Progetti in collaborazione con enti esterni
Il Centro collabora con enti/ricercatori interni o esterni all’Ateneo per progetti di ricerca.
I progetti in collaborazione consistono anche nell’attivazione di tavoli di discussione e sperimentazione di prassi, protocolli di intesa e proposte di interventi normativi in materia di negoziazione e mediazione.
Il risultato atteso dall’esecuzione dei suddetti progetti di ricerca consiste in pubblicazioni e studi di eccellenza scientifica, divulgati anche tramite presentazioni, convegni e incontri, nonché nell’acquisizione di dati e risultati, la cui proprietà intellettuale appartiene al Centro.
 
Attività didattica
Il Centro offre un piano didattico finalizzato all’acquisizione dei requisiti necessari per l’esercizio dell’attività di mediazione inclusa la formazione continua, proponendo, più in particolare, master e corsi di formazione, aggiornamento e perfezionamento per mediatori in ambito interculturale, familiare, civile e commerciale, penale e di giustizia riparativa, sanitario, internazionale e ambientale, nonché negli ulteriori ambiti che il Consiglio Direttivo del Centro di cui al successivo articolo 7 riterrà nel tempo di includere.
I corsi sono tenuti dagli accademici e dai professionisti nonché, più in generale, da docenti e ricercatori universitari e professionisti del territorio esperti nel campo della negoziazione e della mediazione, professionisti/studiosi di centri/enti specializzati negli ambiti di interesse scelti dal Consiglio Direttivo sulla base delle loro competenze ed esperienze.
I corsi possono essere attivati anche in collaborazione con enti, ordini professionali, studi o associazioni di professionisti della mediazione nel rispetto delle apposite convenzioni stipulate.
La didattica può essere svolta sia in presenza che on-line.
Il Centro si propone, inoltre, la creazione e l’impiego di un software di simulazione per l’insegnamento della mediazione, nonché la creazione e l’aggiornamento continuo di un big data base che certifichi la qualità dei servizi di mediazione erogati dal Centro e che raccolga i risultati della ricerca scientifica in materia consentendone la diffusione anche ai fini di una loro utilizzazione in campo sociale ed economico (art. 3, lett. b, Statuto di Ateneo).

Servizio di mediazione
Il Centro offre un servizio di mediazione, sia a pagamento, sia gratuito per determinate categorie di soggetti, in tutti i settori disciplinari di interesse, in base a convenzioni con organismi di mediazione esterni selezionati dal Consiglio Direttivo su proposta del Comitato Tecnico Scientifico del Centro.
AVVISI