Progetto DXB - Identities on the move – Documents cross borders’, Grant Agreement no. 101007502 finanziato dal programma dell'Unione europea Justice (2014-2020)

  lunedì 30 novembre 2020
UNIVERSITA' di VERONA | Dipartimento di SCIENZE GIURIDICHE

Il Dipartimento di Scienze giuridiche si è aggiudicato il progetto ‘DXB - Identities on the move – Documents cross borders’, Grant Agreement no. 101007502 finanziato dal programma dell'Unione europea Justice (2014-2020)

Il Direttore di Dipartimento e la Commissione UE hanno firmato la convenzione di finanziamento lo scorso 16 ottobre 2020.  Il progetto “Identities on the move - Documents cross border” si focalizza sul Regolamento (UE) 2016/1191 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 luglio 2016, che promuove la libera circolazione dei cittadini semplificando i requisiti per la presentazione di alcuni documenti pubblici nell'Unione europea e che modifica il regolamento (UE) n. 1024/2012. Essa comparerà i sistemi di stato civile degli Stati europei, collocando il regolamento nel contesto più ampio di come i documenti vengano rilasciati e riconosciuti nell'UE, analizzando i casi difficili ovvero la circolazione di documenti che veicolano identità o caratteristiche di gruppi minoritari.

Il progetto di ricerca promuove l'integrazione delle versioni elettroniche dei moduli del regolamento all'interno della più ampia strategia dell'UE in materia di giustizia elettronica e mercato unico digitale. Gli ufficiali di stato civile e di anagrafe sono il target principale del progetto. Per favorire l’impatto concreto della ricerca saranno organizzati corsi di formazione centralizzati a livello nazionale, utili anche per testare le risorse sviluppate dai partner, ovvero manuali multilingue e strumenti online. La ricerca scientifica sarà veicolata in pubblicazioni su riviste e monografie.
Il gruppo di ricerca proponente è composto da Laura Calafà, Maria Caterina Baruffi e Caterina Fratea insieme ad Alexander Schuster che riveste il ruolo di project manager. Partecipano come junior staff Cinzia Peraro e Diletta Danieli che lavoreranno con due ricercatori da assumere con assegni dedicati grazie al finanziamento della Commissione UE.

Oltre all’Università di Verona, partner di progetto sono l’Università di Innsbruck (Austria), l’Università di Thessaloniki (Grecia), l’Associazione Nazionale Ufficiali di Stato Civile e d'Anagrafe italiana (ANUSCA) e tedesca (EVS).