Diritto pubblico comparato (2006/2007)

Codice insegnamento
4S00326
Crediti
10
Coordinatore
Francesco Palermo
Altri corsi di studio in cui è offerto
Altri corsi di studio in cui è offerto
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
I Modulo 7 IUS/21-DIRITTO PUBBLICO COMPARATO 1° periodo di lezioni, 2° periodo di lezioni Francesco Palermo
II Modulo 3 IUS/21-DIRITTO PUBBLICO COMPARATO 2° periodo di lezioni Francesco Palermo

Obiettivi formativi

Il corso intende fornire una comprensione critica del diritto costituzionale con riferimento a una pluralità di ordinamenti attraverso la comparazione della disciplina formale e dell’effettivo funzionamento dei sistemi istituzionali. Attraverso la considerazione, anche storica e sistematica, dei dati normativi e giurisprudenziali, il corso esplora le dinamiche giuridiche che hanno condotto alla genesi del diritto costituzionale moderno e ai suoi sviluppi secondo diverse modalità di impiego delle tecniche di razionalizzazione normativa dei rapporti politici.
Il corso si propone non solo di approfondire la conoscenza degli ordinamenti, ma anche e soprattutto di sollecitare gli studenti a maturare capacità di ragionamento critico, di individuazione e analisi dei problemi, di impostazione delle soluzioni, di utilizzo delle tecniche interpretative e di sintesi personale, al fine di contribuire a quella formazione metodologica del giurista che sarà richiesta nell’esercizio delle attività professionali.

Programma

Modulo: I Modulo
-------
Dopo un’introduzione circa il metodo della comparazione nel diritto pubblico e costituzionale, saranno trattati i temi fondamentali per la comprensione critica del fenomeno, fra cui la nozione di sistema giuridico, di ordinamento costituzionale e di sistema delle fonti, le garanzie giurisdizionali e politiche della Costituzione, i procedimenti di formazione e di revisione costituzionale, e, nel corso di laurea magistrale, le diverse forme di Stato e di governo.
Il corso in parte presuppone e in parte richiede una conoscenza di dati istituzionali che gli studenti possono acquisire da soli attraverso la lettura di testi suggeriti dal docente. La didattica è impostata in modo da porre in evidenza e trattare i profili problematici, anche al fine di abituare gli studenti a cogliere e selezionare gli aspetti critici, tecnici e pratici della materia. La partecipazione attiva al corso è un’occasione per fruire di più frequenti verifiche del proprio apprendimento e per comprendere il diritto attraverso la comparazione.


Modulo: II Modulo
-------
Dopo un’introduzione circa il metodo della comparazione nel diritto pubblico e costituzionale, saranno trattati i temi fondamentali per la comprensione critica del fenomeno, fra cui la nozione di sistema giuridico, di ordinamento costituzionale e di sistema delle fonti, le garanzie giurisdizionali e politiche della Costituzione, i procedimenti di formazione e di revisione costituzionale, e, nel corso di laurea magistrale, le diverse forme di Stato e di governo.
Il corso in parte presuppone e in parte richiede una conoscenza di dati istituzionali che gli studenti possono acquisire da soli attraverso la lettura di testi suggeriti dal docente. La didattica è impostata in modo da porre in evidenza e trattare i profili problematici, anche al fine di abituare gli studenti a cogliere e selezionare gli aspetti critici, tecnici e pratici della materia. La partecipazione attiva al corso è un’occasione per fruire di più frequenti verifiche del proprio apprendimento e per comprendere il diritto attraverso la comparazione.

Modalità d'esame

Modulo: I Modulo
-------
L’esame si svolge in forma orale, ed è diretto a verificare la capacità di elaborazione critica e di utilizzazione degli strumenti metodologici della comparazione giuridica nel diritto pubblico, attraverso le conoscenze acquisite. La ripetizione mnemonica dei testi non è sufficiente per il superamento dell’esame.
Gli studenti in debito di prova possono conservare, se lo ritengono, il programma vigente nel rispettivo anno di iscrizione.


Modulo: II Modulo
-------
L’esame si svolge in forma orale, ed è diretto a verificare la capacità di elaborazione critica e di utilizzazione degli strumenti metodologici della comparazione giuridica nel diritto pubblico, attraverso le conoscenze acquisite. La ripetizione mnemonica dei testi non è sufficiente per il superamento dell’esame.
Gli studenti in debito di prova possono conservare, se lo ritengono, il programma vigente nel rispettivo anno di iscrizione.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
G. MORBIDELLI, L. PEGORARO, A. REPOSO, M. VOLPI Diritto pubblico comparato Giappichelli - Torino 2004 Per gli studenti NON FREQUENTANTI
A. Torre Il regno unito Il Mulino, Bologna 2005 Per gli studenti NON FREQUENTANTI
Diritto Pubblico Comparato I tre volumi brevi (di Torre, Palermo e Scarciglia) sono tutti da preparare per gli studenti della laurea magistrale, gli studenti della laurea triennale devono sceglierne due.  
F. Palermo, J. Woelk La Germania Il Mulino, Bologna 2005 per gli studenti NON FREQUENTANTI
R. Scarciglia La Spagna Il Mulino, Bologna 2005 Per gli studenti NON FREQUENTANTI
Diritto Pubblico Comparato Lettura dei testi delle Costituzioni.   È in ogni caso indispensabile l’attenta lettura dei testi delle costituzioni, almeno di quelle con carattere di modello in chiave comparata (USA, Germania, Francia, Spagna, Canada, Belgio, oltre agli atti di carattere costituzionale del Regno Unito e dell’Unione europea), per i quali si rimanda alle dispense preparate dal docente, oppure (con saggi introduttivi) a: E. Palici di Suni, M. Comba, F. Cassella (cur.), Le costituzioni dei Paesi dell’Unione europea, Cedam, Padova, 2000, e/o ai seguenti siti internet: http://www.oefre.unibe.ch/law/icl/index.html, http://www.nhmccd.cc.tx.us/contracts/lrc/kc/constitutions-subject.html e http://www.associazionedeicostituzionalisti.it/materiali/normativa/index.html.
STUDENTI FREQUENTANTI Temi e materiali trattati a lezione   La frequenza permette di cogliere la genesi, la ratio, il funzionamento, le funzioni, le tecniche, gli obiettivi e il significato pratico degli istituti analizzati. Pertanto la preparazione si baserà prevalentemente sui temi e i materiali trattati a lezione, in particolare sulle dispense fornite dal docente e sulla partecipazione attiva alle lezioni. Lo studente approfondirà un ordinamento a sua scelta tra quelli tedesco, spagnolo o britannico, leggendo il relativo volume (di Palermo, Torre e Scarciglia).