Diritto costituzionale comparato dei gruppi e delle minoranze (2011/2012)

Codice insegnamento
4S000876
Docente
Francesco Palermo
Coordinatore
Francesco Palermo
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
IUS/21 - DIRITTO PUBBLICO COMPARATO
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
1° periodo di lezioni dal 3-ott-2011 al 16-dic-2011.

Orario lezioni

1° periodo di lezioni

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

Obiettivi formativi

Il corso si propone di indagare in chiave comparata il “diritto delle diversità” posto a garanzia dei gruppi e delle minoranze identificabili in base a propri caratteri distintivi, di natura etnico-nazionale, culturale, linguistica e religiosa.
A tal fine, in una prima parte del corso saranno enucleati i modelli costituzionali comparati emergenti dall’analisi delle forme di Stato in riferimento ai diritti dei gruppi e delle minoranze e l’evoluzione delle tecniche di garanzia del pluralismo etnico, culturale, linguistico, religioso, anche ad opera dell’influenza delle organizzazioni internazionali. Nella seconda parte si approfondiranno le tecniche normative e soprattutto di interpretazione giurisprudenziale del “diritto diseguale”, con particolare riferimento alla giurisprudenza costituzionale comparata ed a quella internazionale e sovranazionale. Attraverso l’analisi di testi normativi e di decisioni giudiziarie, gli studenti saranno sollecitati a sviluppare capacità di analisi critica e dimestichezza con gli strumenti tecnico-interpretativi del diritto della e alla differenza.

Programma

Il corso presterà particolare attenzione ai principi internazionali e sovranazionali e alla loro costituzionalizzazione, nonché alla pluralità dei livelli normativi (internazionale, sovranazionale, nazionale e subnazionale) che intervengono in materia, al fine di abituare gli studenti a lavorare su diversi piani e con uno strumentario particolarmente sofisticato, sullo sfondo di un quadro teorico unitario. Saranno approfondite le tecniche normative e soprattutto di interpretazione giurisprudenziale del “diritto diseguale”, con particolare riferimento alla giurisprudenza costituzionale comparata e a quella internazionale e sovranazionale.
Dato il carattere avanzato del corso, si richiede la presenza e la partecipazione attiva alla discussione da parte degli studenti, nonché la conoscenza almeno passiva della lingua inglese.

Modalità d'esame

L’esame si svolge in forma orale. La valutazione è basata sull’accertamento della capacità di elaborazione critica e di utilizzazione degli strumenti metodologici acquisiti nel corso.
La ripetizione mnemonica delle informazioni acquisite non è sufficiente per il superamento dell'esame.

ASSEGNAZIONE TESI DI LAUREA
L’assegnazione della tesi di laurea richiede l’individuazione di un argomento, proposto dal candidato almeno in termini generali e in seguito precisato d’intesa con il docente. I tempi di lavoro sono rimessi al candidato.

Materiale didattico

Documenti