Rischio, crisi, conflitto: analisi politica dei fenomeni emergenziali (2015/2016)

Codice insegnamento
4S003645
Docente
Olivia Guaraldo
Coordinatore
Olivia Guaraldo
crediti
6
Settore disciplinare
SPS/01 - FILOSOFIA POLITICA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
1° periodo lezioni - LM-62 dal 29-ott-2015 al 16-dic-2015.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

Il corso intende introdurre e discutere alcune delle tematiche principali della filosofia politica, con particolare attenzione al rapporto fra la modernità politica e le sue istituzioni (Stati, Nazioni, Cittadini) e l’orizzonte globale in rapida trasformazione. Quali sono le principali sfide politiche in un presente in rapido cambiamento? Quali gli strumenti teorici a nostra disposizione per comprendere - e cercare di risolvere – emergenze, crisi e conflitti di natura assolutamente nuova ed imprevista? Il corso intende affrontare queste tematiche anche attraverso l’uso di materiale cinematografico, letterario e multimediale, al fine di allargare gli orizzonti di comprensione politico-culturale dei fenomeni emergenziali.

Prerequisiti: nozioni generali di storia moderna e contemporanea e di storia della filosofia.

Programma

Politica e violenza, pur conoscendo periodi di tenue allontanamento teorico l’una dall’altra, in verità non smettono mai di coimplicarsi nel discorso politico occidentale moderno, sia nell’immaginario giuridico/istituzionale che in quello rivoluzionario/militante. Nel corso si cercherà di rintracciare le radici filosofico-politiche della stretta parentela e della forte dipendenza dell’agire politico dalla dimensione del conflitto violento, attraverso l’analisi sia di pensatori che hanno postulato la ‘naturale’ aggressività umana per giustificare l’ordine e la soggezione (Hobbes), sia di pensatori che invece hanno postulato la ‘naturale’ eccedenza della violenza rispetto alla ragione per sovvertire ogni ordine costituito. In contrasto con le premesse naturalizzanti che caratterizzano tradizioni di pensiero anche divergenti, il corso intende proporre infine una serie di letture alternative delle dimensioni del conflitto e della violenza nel loro rapporto con l’agire politico, attraverso la lente di tradizioni di pensiero minoritarie, proponendo di ripensare la politica a partire dalla dimensione costitutiva della vulnerabilità.


Metodi didattici: Lezioni basate sull’interpretazione e sull’approfondimento dei testi in programma.

Modalità d'esame

Testi in programma:
Thomas Hobbes, Leviatano, BUR, Milano 2011, capp. XIII-XXI, pp. 127-236 (fotocopie disponibili presso copisterie universitarie di riferimento).
Hannah Arendt, Sulla violenza, Guanda, Milano 2008.
Olivia Guaraldo, Comunità e vulnerabilità: per una critica politica della violenza, Pisa, ETS 2012.

Una lettura a scelta tra le seguenti opere:
Sofocle, Antigone (qualsiasi edizione).
Euripide, Supplici (qualsiasi edizione).
Henry James, L’altare dei morti, Adelphi, Milano 1988.

Materiale didattico

Documenti

Opinione studenti frequentanti - 2015/2016