Diritto pubblico comparato (2018/2019)

Codice insegnamento
4S00326
Docente
Francesco Palermo
Coordinatore
Francesco Palermo
crediti
9
Settore disciplinare
IUS/21 - DIRITTO PUBBLICO COMPARATO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
2° periodo di lezioni - aprile/maggio 2019, 2° periodo di lezioni - febbraio/aprile 2019

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso prepara ad una comprensione critica del diritto pubblico e costituzionale attraverso la comparazione della disciplina formale e dell’effettivo funzionamento dei sistemi istituzionali. Il metodo comparato aiuta in particolare a comprendere il significato, l’origine, la diffusione e l’operatività delle regole giuridiche

Conoscenze fornite
Struttura e funzionamento degli ordinamenti giuridici
Apprendimento del metodo di analisi dei fenomeni giuridici
Soluzione di questioni giuridiche attraverso il metodo della comparazione

Abilità
Maturare capacità di ragionamento critico
Capacità di individuazione e analisi dei problemi, di impostazione delle soluzioni, di utilizzo delle tecniche interpretative e di sintesi personale
Sviluppo autonomo dell’argomentazione giuridica, richiesta nei successivi anni di studio e nell’esercizio delle attività professionali

Programma

Dopo un’introduzione circa il metodo della comparazione nel diritto pubblico e costituzionale, saranno trattati i temi fondamentali per la comprensione critica del fenomeno giuridico:
• ordinamento costituzionale e sistema delle fonti
• garanzie istituzionali, giurisdizionali e politiche della costituzione
• procedimenti di formazione e di revisione costituzionale
• forme di Stato e di governo
• rapporti tra i diversi livelli di governo, comprese le relazioni intergovernative finanziare (c.d. “federalismo fiscale”)

Metodi didattici
Il corso in parte presuppone e in parte richiede una conoscenza di dati istituzionali che gli studenti possono acquisire da soli attraverso la lettura di testi suggeriti dal docente. La didattica è impostata in modo da porre in evidenza e trattare i profili problematici, anche al fine di abituare gli studenti a cogliere e selezionare gli aspetti critici, tecnici e pratici della materia.
La didattica è in prevalenza frontale (con slide), integrata da esercitazioni, role game e una verifica finale

Testi consigliati
Studenti frequentanti
La frequenza permette di cogliere la genesi, la ratio, il funzionamento, le funzioni, le tecniche, gli obiettivi e il significato pratico degli istituti analizzati. Pertanto, la preparazione si baserà prevalentemente sui temi e i materiali trattati a lezione, in particolare sulle slides e le dispense fornite dal docente e sulla partecipazione attiva alle lezioni, anch’essa oggetto di valutazione ai fini dell’esame.
Studenti non frequentanti
Gli studenti non frequentanti potranno prepararsi su un testo a scelta tra:
1) L. Pegoraro, A. Rinella, Sistemi costituzionali comparati, Giappichelli, Torino, 2017
2) A. Di Giovine, A. Algostino, F. Longo, A. Mastromarino, Lezioni di diritto costituzionale comparato, Le Monnier Università, Milano, 2017

È in ogni caso indispensabile l’attenta lettura dei testi delle costituzioni, per le quali si rinvia a:
G. Cerrina Feroni, T.E. Frosini, A. Torre, Codice delle Costituzioni, vol. I, Giappichelli, Torino 2015
Online i testi sono rinvenibili in lingua inglese in https://www.constituteproject.org/

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Alfonso Di Giovine, Alessandra Algostino, Fabio Longo, Anna Mastromarino Lezioni di diritto costituzionale comparato Le Monnier Università 2017 978-88-00-74612-0
L. Pegoraro, A. Rinella Sistemi costituzionali comparati Giappichelli 2017

Modalità d'esame

L’accertamento dei risultati di apprendimento prevede:
- per gli studenti frequentanti la prova è scritta (domande a risposta multipla) e, in caso di superamento, con successiva prova orale. È previsto un test di autovalutazione alla fine del corso;
- per gli studenti non frequentanti: prova orale.

Obiettivi delle prove di accertamento:
- La prova scritta è tesa ad accertare la conoscenza degli argomenti in programma e la capacità di applicare gli schemi logici alle diverse problematiche proposte.
- La prova orale integrativa consiste in un colloquio teso a sviluppare le questioni emerse nel contesto del pre-accertamento scritto.
- La prova orale unica consiste in un colloquio teso a verificare:
a) la profondità e l’ampiezza delle conoscenze maturate;
b) la proprietà di linguaggio;
c) l’abilità di collegare in forma sistemica le conoscenze;
d) la capacità analitica ed argomentativa
La ripetizione mnemonica del testo non è sufficiente per il superamento dell'esame ed è incoraggiato il ragionamento critico.

Contenuti e modalità di svolgimento delle prove di accertamento:
- Per gli studenti frequentanti, la prova scritta è a risposta aperta e riguarda gli argomenti contenuti nei testi consigliati. La prova scritta si conclude con una proposta di voto espressa in 30esimi che lo studente può integrare con la prova orale.
- La prova orale unica (per studenti non frequentanti o frequentanti che non abbiano preso parte alla prova scritta) verte sull’intero programma. La valutazione finale è espressa in 30esimi.
- Gli studenti ERASMUS sono pregati di prendere contatto con il docente all’inizio dei corsi per concordare insieme le modalità didattiche e delle prove di accertamento
L’assegnazione della tesi di laurea richiede l’individuazione di un argomento, proposto dal candidato almeno in termini generali e in seguito precisato d’intesa con il docente. I tempi di lavoro sono rimessi al candidato.

Materiale didattico

Documenti

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018