Mattia Mengoni

Foto,  17 novembre 2019
Qualifica
Dottorando
Iscritto
Dottorato in Scienze Giuridiche Europee ed Internazionali - 34° ciclo (1 ottobre 2018 - 30 settembre 2021)
Settore disciplinare
- - -
E-mail
mattia|mengoni*univr|it <== Sostituire il carattere | con . e il carattere * con @ per avere indirizzo email corretto.

Dottorato in Scienze Giuridiche Europee ed Internazionali - 34° ciclo (1 ottobre 2018 - 30 settembre 2021)

Programma di ricerca dottorato
Il progetto di ricerca si propone di analizzare il ruolo che la gestione collettiva del risparmio, e nello specifico i fondi comuni monetari, potrebbero avere nel processo di disintermediazione creditizia che sembrerebbe essere attualmente in atto nel nostro ordinamento giuridico. Più precisamente, l’obiettivo che ci si prefigge è quello di vagliare se la logica di funzionamento sottesa ai fondi comuni monetari possa colmare l’attuale deficit di effettivi canali di finanziamento dell’economia reale, dovuto principalmente alla c.d. “stretta creditizia” diffusasi a seguito della nota crisi economica globale del 2007.
In questo contesto, si analizzeranno, in primo luogo, le cause dell’attuale mancanza di finanziamenti all’economia reale da parte del settore bancario, con un focus specifico sulle conseguenze operative provocate dalle recenti disposizioni di matrice europea in tema di salvataggio delle banche in crisi.
In secondo luogo, si passeranno in rassegna i vari strumenti recentemente introdotti dal nostro legislatore al fine di incentivare l’utilizzo da parte delle imprese, e in particolare da parte delle piccole e medie imprese, di canali di finanziamento alternativi al credito bancario, e incentrati principalmente sul ricorso al mercato mobiliare. Nello specifico, si provvederanno ad analizzare gli effetti dell’introduzione del nuovo regolamento europeo n. 1131/2017 in tema di fondi comuni monetari, introdotto dal legislatore europeo con lo scopo precipuo di rendere questa particolare tipologia di fondi comuni di investimento più resiliente e in grado di resistere alle turbolenze finanziarie.
Infine, si cercherà di verificare se e come, alla luce delle varie innovazioni regolamentari introdotte, il settore della gestione collettiva del risparmio possa, se non sostituirsi, almeno affiancarsi agli istituti di credito tradizionali nella fondamentale funzione di interposizione tra chi si trova in una situazione di surplus finanziario (persone fisiche e famiglie) e chi invece si trova in una situazione di deficit finanziario (imprese private e pubblica amministrazione).
Referente dottorato
Prof. Matteo Ortino
Tutori dottorato
Prof. Matteo Ortino
Curriculum

Insegnamenti

Insegnamenti attivi nel periodo selezionato: 0.
Clicca sull'insegnamento per vedere orari e dettagli del corso.