Laurea in Scienze dei servizi giuridici

logo

Presentazione

Il corso offre una preparazione giuridica di livello qualificato, attraverso percorsi formativi caratterizzanti, orientati ad ambiti lavorativi e professionali specializzati, che includono le conoscenze delle principali aree del diritto pubblico e del diritto privato, integrate con ulteriori conoscenze e capacità specifiche, a partire dal campo dell'informatica giuridica e della disciplina giuridica delle relazioni aziendali, e comprendendo sia il campo delle imprese private sia quello degli enti pubblici e delle pubbliche amministrazioni.
Il laureato sarà al termine di detti percorsi in grado di interpretare correttamente la normativa vigente nei diversi settori interessati e di applicarla nel modo più funzionale agli ambiti cui il corso si indirizza, risolvendo problemi giuridici con diversi livelli di complessità.
Queste competenze saranno raggiunte muovendo dallo studio delle materie giuridiche di base (sia privatistiche che pubblicistiche), alle quali si aggiungeranno conoscenze economiche e aziendali, nonché competenze informatiche, linguistiche, sociologiche e medico-legali. In una seconda fase i percorsi formativi toccheranno ambiti di studio più specialistici ed avanzati, propri della finalizzazione al mondo del lavoro ovvero delle aziende pubbliche.
A supporto della didattica tradizionale, il corso prevede lo svolgimento di stage presso operatori pubblici e privati, periodi di studio all'estero e insegnamenti che potrebbero essere erogati tutto o in parte in lingua straniera.
I laureati acquisiscono inoltre le basi giuridico-economiche necessarie per l'accesso al corso di laurea magistrale in Governance dell'emergenza.

AMBITI LAVORATIVI
Il corso mira a formare figure professionali competenti nel campo del lavoro, delle organizzazioni sindacali e dei consulenti del lavoro, nonché nel campo delle amministrazioni ed aziende pubbliche, centrali e locali, delle organizzazioni private e pubbliche, degli operatori giuridici d'impresa. Sono possibili sbocchi lavorativi nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese ed organizzazioni pubbliche e private, in attività di supporto e collaborazione in studi ed uffici.
Con riguardo alla professione di Consulente del lavoro si segnala che il corso è in convenzione con l'ordine dei consulenti del lavoro di Verona e di Vicenza. Per effetto di tale convenzione, gli iscritti al corso possono iniziare il tirocinio da consulente del lavoro durante gli studi, senza dover attendere la laurea

DALLA SCUOLA ALL'UNIVERSITA'
Il Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici è ad accesso programmato.
Per questo, ai fini dell'ammissione, è richiesto il superamento di una prova con quesiti a risposta multipla diretta ad accertare il possesso dei seguenti requisiti: a) capacità di analisi e di comprensione di testi in lingua italiana; b) conoscenze acquisite nel precedente percorso di studio; c) abilità logiche.
I contenuti e il grado di difficoltà della prova sono rapportati al complesso di competenze, anche di cultura generale, che si presuppone acquisito nella scuola secondaria superiore.


Per informazioni complete sul Corso di Studio è possibile consultare la Scheda Unica Annuale (SUA-CdS), pubblicata nell'omonima sezione. La SUA-CdS contiene quattro sezioni pubbliche: Presentazione, Obiettivi della formazione, Esperienza dello studente, Risultati della formazione.

Tutorato in itinere
La finalità specifica del tutorato è di favorire il completamento del corso di studi e il conseguimento del relativo titolo di laurea; la competenza viene, a tal fine, affidata alla Commissione per il tutorato.
Il servizio tutorato è gestito da tutor selezionati dalla Commissione per il tutorato e l'orientamento costituita ora all'interno del Collegio di Giurisprudenza (a cui il Corso di Studio afferisce). La commissione provvede durante il corso dell'anno a monitorare costantemente l'attività di tutorato.
I tutor sono a disposizione degli studenti generalmente dal lunedì al giovedì dalle 10.00 alle 13.00 in un'apposita aula-tutor (aula T.20) dove hanno a disposizione computer per gestire il servizio di posta elettronica e telefono, al quale possono essere contattati.
I tutor, selezionati tra gli studenti del 4° e 5° anno, collaborano con la Commissione per il tutorato e l'orientamento nelle iniziative di presentazione dell'offerta formativa del Dipartimento di Scienze Giuridiche (Open Day) e offrono supporto e consulenza agli studenti, in particolare del primo anno, oltre che negli orari di apertura dell'aula tutor anche via mail e telefono. Vengono fornite indicazioni riguardanti l'inserimento nella vita universitaria, la partecipazione alle attività formative, la gestione dello studio, pur senza entrare nel contenuto dei singoli insegnamenti.
Sono inoltre selezionati, con bando apposito, tra gli studenti iscritti ad un corso di Dottorato del Dipartimento di Scienze Giuridiche, tutor per lo svolgimento di attività di tutorato propedeutiche alla stesura dell'elaborato finale e di attività di supporto-approfondimento e supporto-recupero.
È istituita la figura del "docente tutor" per ciascuno studente. I "docenti tutor" sono individuati fra tutti i docenti componenti il Collegio di Giurisprudenza e afferenti al Dipartimento di Scienze Giuridiche.
Sono attivate le seguenti figure di "docente tutor":
A) Docenti Tutor all'ingresso
Il docente tutor interviene, a richiesta dei singoli studenti affidatigli, concorrendo alla costruzione del loro percorso accademico nonché a una più rapida familiarizzazione con l'ambiente universitario e con le specifiche modalità di organizzazione dei tempi e dei metodi di studio che questo prevede;
B) Docenti Tutor per studenti fuori corso


►  Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali

Scheda del corso

Tipo
Corsi di laurea
Durata
3 anni
Classe di appartenenza
L-14 - Classe delle lauree in scienze dei servizi giuridici
Organo di controllo
Collegio di Didattico Giurisprudenza
Referente
Lorenzo Picotti
Gestione didattica e studenti
Unità operativa Didattica e Studenti Giurisprudenza
Sede
VERONA
Obiettivi formativi
Obiettivo formativo specifico del corso di laurea è offrire al laureato una solida preparazione culturale e giuridica di base, accompagnata da specifiche capacità di comprensione ed analisi critica dei testi normativi e da un'adeguata padronanza del metodo ermeneutico in campo giuridico. Le competenze acquisite dovranno consentire al laureato di interpretare correttamente la normativa vigente e di applicarla nel modo più funzionale agli ambiti lavorativi e professionali specializzati in cui il corso si indirizza, in modo da poter risolvere problemi giuridici complessi e garantire servizi giuridici qualitativamente elevati ai soggetti, pubblici e privati, per i quali o presso i quali il laureato sarà chiamato ad operare.In particolare la formazione sarà mirata ad offrire al laureato conoscenze ed abilità utili all'esercizio di attività professionali nel campo del lavoro, delle organizzazioni sindacali e dei consulenti del lavoro, o di attività professionali nel campo delle amministrazioni pubbliche, centrali e locali, delle organizzazioni private e pubbliche,degli operatori giuridici d'impresa. Sulla preparazione giuridica di base si innestano conoscenze economiche ed aziendali, nonché competenze informatiche, linguistiche, sociologiche, medico-legali, secondo un percorso di progressiva specializzazione che si completa nell'ultima parte del corso, nel quale lo studente ha la possibilità di concentrare la propria formazione sull'approfondimento delle discipline maggiormente funzionali alla determinata figura professionale prescelta. Precisamente, nella prima fase del percorso formativo allo studente sono offerti insegnamenti di base nell'ambito del diritto pubblico, del diritto privato e del diritto dell'Unione Europea, nonché insegnamenti in ambito storico-giuridico, romanistico e filosofico, per un numero di crediti congruo rispetto all'obiettivo di fondare una completa ed approfondita formazione culturale di base. Muovendo da questa formazione istituzionale di base, che tiene peraltro conto, fin dal principio, delle peculiari competenze ed abilità, anche immediatamente utilizzabili sul piano professionale, che il corso si propone di formare, vengono quindi offerti, in una seconda fase, insegnamenti obbligatori nelle discipline del diritto commerciale e dell'impresa, del diritto dell'amministrazione pubblica e privata, nel diritto del lavoro, nell'economia politica ed aziendale, nel diritto penale e del diritto tributario, ossia in quelle discipline che più da vicino delineano e approfondiscono lo specifico contesto lavorativo in cui il laureato sarà chiamato ad operare. Nell'ultima parte del percorso di studi, allo studente vengono offerte più opzioni, ciascuna delle quali è idonea a qualificarne la carriera in relazione ad una specifica figura professionale di riferimento. In questa prospettiva, lo studente maggiormente interessato alla professione di consulente o operatore giuridico per il lavoro può quindi scegliere tra discipline, ad esempio, che declinano le conoscenze strettamente lavoristiche con competenze, anche non giuridiche, specializzate, negli ambiti, in particolare, del diritto processuale, della sociologia dei processi economici e del lavoro, del diritto penale dell'economia, del diritto comunitario del lavoro, della sicurezza sul lavoro e della previdenza sociale, della medicina legale e del lavoro. A sua volta, lo studente maggiormente attratto dalla professione di operatore legale o consulente per le amministrazioni potrà approfondire gli ambiti, a titolo esemplificativo, del diritto regionale e degli enti locali, del diritto dell'economia, dell'economia delle aziende pubbliche, del diritto del turismo e dei trasporti. Il percorso formativo potrà inoltre prevedere un periodo di tirocinio professionale presso enti, organizzazioni o imprese, pubbliche o private.
Sbocchi professionali
Specialisti della gestione e del controllo nella pubblica amministrazione, Specialisti di problemi del personale e dell’organizzazione del lavoro. Funzione in un contesto di lavoro: Il laureato potrà svolgere attività professionali nel campo del lavoro, delle organizzazioni sindacali e dei consulenti del lavoro. Potrà inoltre svolgere attività professionali nel campo delle amministrazioni pubbliche, centrali e locali, delle organizzazioni private e pubbliche, degli operatori giuridici d'impresa. Competenze associate alla funzione: Il laureato è in grado di interpretare correttamente la normativa vigente (consultando le fonti, la giurisprudenza e la prassi) e di applicarla nel modo più funzionale agli ambiti lavorativi e professionali specializzati in cui opera; sarà in grado, inoltre, di risolvere problemi giuridici complessi e garantire servizi giuridici qualitativamente elevati, anche attraverso la elaborazione di documenti e atti giuridici, pareri e consulenze, nonché la gestione di banche dati giuridiche. Sbocchi occupazionali: Il laureato sviluppa un profilo professionale spendibile nel campo del lavoro, della sicurezza e previdenza sociale, delle organizzazioni sindacali e dei consulenti del lavoro (con particolare riferimento alla gestione dei problemi del personale e dell'organizzazione del lavoro), come pure in quello delle amministrazioni pubbliche, centrali e locali, delle organizzazioni private e pubbliche, degli operatori giuridici d'impresa. In particolare il laureato sarà in grado Il laureato sarà in grado di acquisire posizioni di responsabilità all'interno dell'organizzazione in cui opera e fornire alla stessa servizi legali specializzati.
Dipartimento di riferimento
Scienze Giuridiche
Macro area
Scienze Giuridiche ed Economiche
Area disciplinare
Giuridica