Research centres

European Documentation Centre (EDC)
A European Documentation Centre (EDC) is an informational body with the aim of promoting and consolidating studies and research on the European integration process. The Centre collects, catalogues and shares with the public a large amount of the official documentation produced by the European Union, as well as publications on EU policies. Set up through a convention between the University of Verona and the European Commission, the EDC’s aims are to:
1. Aid the university in encouraging and consolidating teaching and research on European integration.
2. Make information on the EU and its policies available to the public (including outside the university context), especially by organising seminars and conferences on important topics in EU law.
3. Participate in debates about the EU, establishing contacts with other centres and information networks.
VERONAINNOVA Vetre for Study and Experimentation on Innovation in the Public Administration

Network project for innovators in the Veneto administration offices– University of Verona
With the Fondazione Giorgio Zanotto ( Giorgio Zanotto Foundation );
and also together with the Master Degree in Management and Innovation in Public Administration and with the Master Degree in Directorship of Public Administration offices ;
in partnership with the "Cantieri Programme" set up by the Department of Public Administration Department for Efficiency in Administration

1. The Law faculty of the Univeristy of Verona, together with the Giorgio Zanotto Foundation, has set up a “Master Degree in management and innovation in public administration” which has now been running for two years.
The vast majority of the participants are publiuc administration workers, who go to make up a valuable potential resource in terms of networking with public administration offices, in the local area where the University is active. They also constitute a possible nucleus for a community of workers in the area iteself.
It is in the interests of the university- in its role as a partner in the Cantieri Programme with the Public Administration Department, to activate this potential in aproject which highlights and further develops the specific responsibilites which go hand in hand with with the condition of modernization which is currently to be seen in the public sector, in the local area it is committed to work with. The project also appears to have aroused a great deal of interest in the Zanotto Foundation, which works constantly to promote high cultural level initiatives, which aim at highlighting the value of the resources of the Verona area.

2. The administration offices themselves are working, although to differing degrees and with differing degrees of success, in the modernization process. Or rather, there are, inside the public administration offices, individuals and professionals who are involved in this process, who require specific coordination, support, training, and innovation studies from the university, which is more than the simple educational syllabus offered by a Master Degree, and which can be thought of as the university's capacity of acting as a catalyst on individuals who have taken part in the course so that they will carry out further studies and and experimentation, as well as being a place for a real communcity of the area's innovators, who can exchange ideas freely together there.

3. The idea of VeronaInnova has come from this: a community of public innovators who are to be found initially among those taking part in the Master's Degree in Management and Innovation in Public administration and in the directorship of public administration offices, which is organized together with the Zanotto Foundation, and among public administration workers from the province area. This community, however, is to be extended to all civil servants in these administration offices, who are involved in the modernization process and wish to make consistent use of the opportunity to compare ideas and learn more from each other. This is work which is based on both the mutual cooperation between those taking part as well as educational services which are provided by the university, working together with the Zanotto Foundation.
If successful, this is an opportunity which can be extended to include the whole, wide area of the Triveneto.

4. The university has a multifaceted role in the project. It must bring the innovator community together by means of offering them a basic networking service; ensure continual access for those involved in the initiative to the addresses and services available in the Cantieri Programme; it must guarantee the opportunity for reflection pauses and further conceptual study which will help the innovators themselves to further their own knowledge and develop new strategies, which they can then share with each other; and it must offer those taking part specific opportunities for research and education, according to the needs of the area

5. This initiative is part of the work done under the partnership with the Cantieri Programme and The Public Administration Department for Efficiency in Administration. Becuase of this, it is closely linked to the philosophies, the work and the services of this Programme and will be carried out together with the Department itself, which will be able to take advantage of the work done.

Centro di Eccellenza per la Ricerca su Diritto, Tecnologie e Cambiamenti (IUSTeC)
Il Centro IUSTeC è la struttura istituita nel contesto del Progetto di Eccellenza 2018-2022 del Dipartimento di Scienze Giuridiche per promuovere lo sviluppo della ricerca in riferimento ai rapporti tra diritto, tecnologie, processi decisionali e cambiamenti socio-economici e culturali e garantirne l’eccellenza attraverso la promozione e l’accreditamento di team di ricerca, secondo criteri di internazionalizzazione, multidisciplinarità e progettualità e attraverso la verifica dei risultati prodotti.
 
Pertanto, il Centro IUSTeC è luogo di:
- progettazione e organizzazione delle ricerche tematiche su Diritto, Cambiamenti e Tecnologie, diventandone il motore per l'attivazione e la costruzione di reti e contatti;
- supporto all'internazionalizzazione e all'interdisciplinarità della ricerca mediante la costruzione di reti di ricerca anche estere e l'avvio di collaborazioni con enti/centri/dipartimenti specializzati nelle singole tematiche, a partire dalle strutture di eccellenza già esistenti nel Dipartimento di Scienze Giuridiche e nell'Ateneo veronese;
- promozione di “team di ricerca”, che si costituiscono una volta che la ricerca sui temi del piano abbia assunto caratteristiche di interdisciplinarità e di internazionalizzazione, includendo l'attività di progettazione su bandi competitivi.
 
Il Centro IUSTeC promuove l’organizzazione di seminari, convegni di studio, nazionali e internazionali relativi ai temi del Progetto, e offre supporto alla formazione e aggiornamento di Professori e Ricercatori nelle discipline ricomprese nelle finalità del Centro, anche in collaborazione con il Laboratorio di Didattica Innovativa IDEA.


ELENCO dei TEAM di RICERCA ACCREDITATI presso il Centro IUSTeC:
  • The Fashion Hub”, coordinato dalla prof.ssa Maria Caterina Baruffi;
  • Mutamenti demografici e pluralità di modelli giuridici familiari e genitoriali: tra uguaglianza di diritti e diritto alla diversità”, coordinato dal prof. Giuseppe Comotti;
  • D&A (Diritto e azione: un atlante delle idee giuridiche della tradizione romanistica)”, coordinato dal prof. Tommaso dalla Massara;
  • "F.I.L.M. 4.0 (Finanza, Imprese, Lavori e Mercato 4.0)", coordinato dai proff. Donata Gottardi e Giovanni Meruzzi;
  • Processi decisionali e fonti del diritto”, coordinato dal prof. Francesco Palermo;
  • AUDIRR (Automazione, diritto e responsabilità)”, coordinato dal prof. Lorenzo Picotti;
  • "Tecniche di tutela del lavoro autonomo, imprenditoriale e non imprenditoriale", coordinato dal prof. Andrea Pilati;
  • "Platform Law Research", coordinato dal prof. Matteo Ortino;
  • "Immagini, diritto e potere in età moderna", coordinato dal prof. Giovanni Rossi;
  • Invecchiamento della popolazione e passaggi generazionali”, coordinato dal prof. Mauro Tescaro;
  • Autonomia Negoziale e Nuove Modalità di Regolazione dei Rapporti Contrattuali, delle Controversie Commerciali Transnazionali e delle Insolvenze Transfrontaliere (Acronimo: “ARrT” – Autonomia e Regolazione nei rapporti Transnazionali)”, coordinato dal prof. Marco Torsello;
  • "DIGITS (Informazione e dati nella società globale dell’informazione tecnologica: diritti, responsabilità e tutele)", coordinato dal prof. Stefano Troiano e dal dott. Daniele Butturini.

SEMINARI del Centro IUSTeC "Lunchtime Seminars":
SEMINARI dei singoli TEAM:
SUMMER SCHOOL
Centro Interuniversitario di Ricerca su Relazioni familiari e successorie nell'Europa del sud
Storia e finalità
Come frutto di rapporti consolidati fra la cattedra di Diritto Privato dell’Università di Verona, coordinata dal Prof. Francesco Ruscello, e le rispettive dell’Università UNED di Madrid e di Porto è nata la volontà di istituire un Centro di ricerca rivolto alle tematiche della famiglia e delle successioni mortis causa, per approfondire i sempre più complessi legami fra diritto interno ed europeo.
Il Centro di ricerca Interuniversitario su relazioni familiari e successorie nell’Europa del Sud (CeDiFam), è stato istituito mediante apposita convenzione fra le Università aderenti, approvata dal Consiglio di Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Verona (7 luglio 2015), dal Senato Accademico (15 settembre 2015) e dal Consiglio di Amministrazione dell’Università di Verona (29 febbraio 2016). 
CeDiFam promuove lo studio delle affinità, e delle divergenze, fra il sistema italiano, spagnolo e portoghese, con particolare attenzione alla disciplina positiva e agli orientamenti della giurisprudenza di ciascun ordinamento.
In particolare, si propone di:
  1. promuovere e coordinare programmi di ricerca sul diritto di famiglia e sul diritto delle    successioni mortis causa;
  2. partecipare, attraverso partnership su base volontaria tra le Università interessate aderenti al Centro, a progetti di ricerca, a livello nazionale e internazionale, sulle tematiche di interesse del Centro stesso;
  3. favorire la comunicazione sui temi di competenza del Centro attraverso l’organizzazione di seminari, workshop, convegni e altre iniziative di divulgazione scientifica e la diffusione dei risultati della ricerca attraverso report e pubblicazioni scientifiche;
  4. favorire lo scambio di informazioni tra ricercatori del settore, anche nel quadro di collaborazioni con Istituti, Dipartimenti e Centri di Ricerca nazionali e internazionali promuovere programmi di formazione sui temi di competenza del Centro;
  5. stimolare iniziative di collaborazioni scientifiche interdisciplinari.
Attualmente, il Centro concentra la sua attività nello sviluppo del progetto Famiglia e responsabilità genitoriale tra riforme e intervento pubblico nell’Europa del sud, finanziato dall’Ateneo di Verona nell’ambito del programma Ricerca di Base 2015, che giungerà a conclusione nell’ottobre 2018. 
 
Laboratorio di Didattica Innovativa - IDEA (Innovazione Didattica E Apprendimento)
Il Laboratorio IDEA è la struttura istituita nel contesto del Progetto di Eccellenza 2018-2022 del Dipartimento di Scienze Giuridiche per promuovere e implementare nuovi sistemi di didattica e di apprendimento delle discipline giuridiche, sia per gli studenti che per i docenti, innovando le metodologie e l’utilizzo di strumenti tecnologicamente avanzati, nonché favorendo l’internazionalizzazione e l’approccio interdisciplinare. IDEA intende potenziare la connessione tra la didattica e l’attività di ricerca nonché favorire la diffusione e l’impiego di strumenti didattici e di apprendimento funzionali allo sviluppo della terza missione del Dipartimento, nella prospettiva della formazione continua, della valorizzazione dei risultati della ricerca, del miglioramento delle opportunità occupazionali.
Il Laboratorio IDEA supporta l’organizzazione di seminari, convegni di studio, nazionali e internazionali connessi ai temi del Progetto e offre supporto alla formazione e all’aggiornamento di Professori e Ricercatori nell’ambito dell’innovazione didattica, promuovendo la diffusione della cultura dell’innovazione in tema di diritto, nonché di didattica e apprendimento del diritto, nuove tecnologie, processi decisionali e cambiamenti socio-economici e culturali, in collaborazione con il Centro IUSTeC.

ELENCO LABORATORI DIDATTICI ACCREDITATI:
  • The Fashion Lab, coordinato dalla prof.ssa Maria Caterina Baruffi;
  • Idea in Action, coordinato dalla prof.ssa Maria Assunta Donata Gottardi e dal prof. Marco Peruzzi;
  • GEOLawB - Laboratory on Law and Geography, coordinato dal prof. Matteo Nicolini;
  • Laboratorio di Tecnica di Redazione dei Contratti, coordinato dalla prof. Riccardo Omodei-Salè e dal dott. Andrea Caprara;
  • Ius-Fi, coordinato dalla prof.ssa Cecilia Pedrazza Gorlero;
  • Cliniche Legali, coordinato dal prof. Lorenzo Picotti e dalla prof.ssa Alessandra Cordiano;
  • . E-Law School & Legal Video-Library, coordinato dal prof. Marco Torsello;
  • JuSchooL, coordinato dalla prof. Stefano Troiano e dal dott. Daniele Butturini;
  • Diritto in Atto, coordinato dalla dott.ssa Elisa Lorenzetto;
  • Simulazioni processuali, competizioni e moot court, coordinato dalla dott.ssa Claudia Onniboni.
SEMINARI dei singoli LABORATORI: